home materiali chi siamo agenda le idee foto e video archivio territori link
Archivio

Fukushima e il referendum
12 aprile 11 | Dichiarazioni

Alzato a 7 il livello di gravità dell'incidente giapponese, il massimo previsto, raggiunto in precedenza solo dal disastro di Chernobyl.
A livello internazionale si fa un passo indietro e in Italia quello che il Governo propone è solo una moratoria : non è abbastanza!

 
L'Agenzia per la sicurezza nucleare e industriale del Giappone ha alzato da 5 a 7 il livello di gravità della crisi nell'impianto nucleare di Fukushima Daiichi, che è ora lo stesso di quello del disastro di Chernobyl del 26 Aprile 1986.
La preoccupante situazione giapponese ha riacceso l'attenzione del mondo sull'energia nucleare, ed in particolar modo dovrebbe richiamare l'attenzione di tutti noi italiani, chiamati ad un importante referendum sul nucleare il 12 e il 13 Giugno.

Quello che più di tutto non è chiaro, e per questo maggiormente preoccupante, è quello che il Governo intende fare :
un anno di moratoria al nucleare e poi?
riprendere i progretti accantonati temporaneamente col solo scopo di distrarre gli italiani?
per non perdere voti alle prossime amministrative?
per non far passare questo referendum?

Ebbene se l'incapacità di questo Governo di avere una linea sulle politiche energetiche, chiara e lungimirante è ormai evidente, è altrettanto chiaro che questa visione andrà realizzata dai cittadini, dicendo in primis NO al nucleare e SI alle fonti rinnovabili al referendum del 12 e 13 Giugno.
Fonti rinnovabili che sono il futuro dell'energia in Europa e nel mondo, fonti rinnovabili per le quali i tagli del Governo stanno mettendo in crisi uno dei settori più floridi in questi anni di crisi e che aveva vissuto un boom di fatturato, ma soprattutto di posti di lavoro.

Giovani Democratici Emilia-Romagna


TAGS:
referendum |  nucleare |  12-13 giugno |  energie rinnovabili | 

» Scrivi un commento * campi obbligatori

Nome *
Email
Titolo *
Messaggio *
Codice * Scrivi il codice visualizzato sulla sinistra
Privacy *


cerca

lavoro welfare come paolo cammi statuto pd scuola giovani andrea baldini rom segretario regionale irian maura democratici matteo roma ricci segretario regolamento libera 8 movimento 5 stelle governo lavoro movimento matteo panari giovani democratici giovani democratici paolo gd giovani carovana gd indietro


Iscriviti alla GDNewsletter
iscrivimi
Copyright © Giovani Democratici dell’Emilia-Romagna, Via Rivani 35 - 40138 Bologna - Powered by Antherica Srl - Privacy
Il sito web di Giovani Democratici dell’Emilia-Romagna non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto