home materiali chi siamo agenda le idee foto e video archivio territori link
Archivio

La fine di un'epoca
1 giugno 11 | Dichiarazioni

Riprendiamo l'intervento di ieri pomeriggio di Riccardo Ricci Petitoni, segretario regionale GD, che su facebook sulla pagina dei GD Emilia-Romagna (www.facebook.com/GDEmiliaRomagna) aveva pubblicato la seguente nota.

 
Time is over.

Tempo scaduto per Berlusconi e familii, che incassano una disfatta elettorale senza precedenti: il centrosinistra conquista 83 comuni (rispetto ai 73 precedenti le elezioni, fra cui i dorati bottini di Milano, Napoli, Cagliari, Trieste, Bologna, Rimini e Torino, il PDL ne perde ben 18, con la Lega che sta a guardare mentre i lanzichenecchi del centrosinistra colonizzano il nord.

Dice bene ieri, nel suo stato facebook, il segretario regionale del PD E-R Stefano Bonaccini: "La Lega doveva occupare tutto il nord e anche l'Emilia-Romagna. Non so se ci avete riflettuto, ma da ieri i capoluoghi di regione di Liguria, Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli-Venezia-Giulia ed Emilia-Romagna sono tutti governati dal centrosinistra" ..ed è vero, l'invicincibile armata pidiellino-leghista è stata spazzata via dai venti del cambiamento: e se per il partito del premier era ormai prevedibile una batosta visto il bassissimo gradimento degli elettori cui lui continua a rispondere con nauseanti occupazioni televisive, per gli strateghi della Lega è una cocente ed inaspettata sconfitta. Loro che dalle ceneri del PDL speravano di succhiare consensi si sono bruciati insieme agli alleati.

Speravano calmi calmi di far le sanguisughe, ma non avevan considerato, a forza di avallare e sostenere i capricci e le porcherie del premier, che la dirompente rivoluzione verde si era palesata come un becero giro di poltrone. E sono stati puniti.

Questa è veramente la fase finale di un'epoca, che, nel male, ha caratterizzato gli ultimi vent'anni. Finirà, perchè la coscienza civile si sta risvegliando..il problema è come finirà, perchè il Caimano non sembra aver voglia di farsi da parte e la Lega sembra sempre meno credibile e forte per imporre una successione.

Nel centrosinistra i partiti, PD in testa, dovranno ricostruire il rapporto fiduciario su cui gli elettori hanno deciso d'investire, senza scialacquare i consensi ottenuto ed investendo in un reale rinnovamento delle classi dirigenti.

Il Presidente del Consiglio dice di non avere tempo per organizzare il suo funerale, ma attenzione: i morti in casa puzzano, e di marciume in questo Paese ne abbiamo già abbastanza.

Quindi forza, sbrighiamoci a liberarcene!


TAGS:
berlusconi |  amministrative |  vento |  cambiamento |  caimano |  ricci petitoni | 

» Scrivi un commento * campi obbligatori

Nome *
Email
Titolo *
Messaggio *
Codice * Scrivi il codice visualizzato sulla sinistra
Privacy *


cerca

irian scuola democratici lavoro matteo giovani maura roma paolo indietro governo regolamento carovana ricci statuto andrea baldini segretario giovani democratici segretario regionale giovani gd 8 gd libera paolo cammi rom movimento 5 stelle welfare lavoro come pd matteo panari giovani democratici movimento


Iscriviti alla GDNewsletter
iscrivimi
Copyright © Giovani Democratici dell’Emilia-Romagna, Via Rivani 35 - 40138 Bologna - Powered by Antherica Srl - Privacy
Il sito web di Giovani Democratici dell’Emilia-Romagna non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto