home materiali chi siamo agenda le idee foto e video archivio territori link
Archivio

Riforma del lavoro: i Giovani Democratici chiedono di cambiare la norma sui lavoratori stagionali.
20 aprile 12 | Dichiarazioni

Il segretario regionale dei GD Emilia-Romagna, Vinicio Zanetti, e il segretario della federazione riminese, Giovanni Carghini, intervengono sulla riforma del lavoro e dei problemi che vengono scaricate sulle spalle dei lavoratori stagionali.

 
La riforma del lavoro cambia di molto la condizione dei lavoratori stagionali che in buona parte sono giovani.
In Emilia-Romagna ci sono molti ragazzi che svolgono lavori stagionali nel settore turistico/commerciale e questa riforma del lavoro peggiora molto la loro condizione. Ai lavoratori stagionali viene assicurata infatti un'indennità di disoccupazione corrispondente al periodo di lavoro. Con la riforma si aumenta in parte l'entità dell'indennizzo ma si dimezza il periodo di fruizione producendo un saldo economico negativo e dimezzando i periodi di copertura previdenziale. I contributi figurativi che lo Stato versa nei periodi di disoccupazione non saranno infatti conteggiati se il lavoratore non raggiungerà i 35 anni di contributi e questo rappresenta un limite irraggiungibile per precari e stagionali e creerà solo risparmi per lo Stato ma sulla pelle dei più deboli. Oltre a questo aumenterà anche il numero di settimane lavorative per poter ottenere la disoccupazione.

Altro problema è quello relativo alla mini Aspi (assicurazione per l'impiego) dove è stato inserito il limite di anzianità contributiva a 24 mesi e soprattutto un anno di contribuzione nell'ultimo biennio. Questo significa che per poter ottenerla si deve aver lavorato almeno due anni prima (tagliando fuori quindi i giovani alle prime esperienze) ma cosa ancora più grave non possono essere lavoratori stagionali coloro che debbono aver lavorato 12 mesi negli ultimi due anni! Nessuno stagionale avrà mai questi requisiti che infatti sono requisiti che erano previsti per l'indennità di disoccupazione ordinaria e proprio perché i lavoratori stagionali non rientravano quasi mai in quei limiti era stata creata la disoccupazione a requisiti ridotti.
Ora questi giovani sono tagliati fuori da tutto!
Togliere o ridurre l'indennità di disoccupazione vuol dire rinunciare a qualsiasi forma di incentivo per evitare il lavoro nero e irregolare. Vuol dire spingere i nostri giovani a non intraprendere il lavoro nel settore turistico perchè estremamente sconveniente rispetto ad un qualsiasi altro settore. Vuol dire rinunciare ad una professionalità locale e formata che sarà certamente sostituita da un lavoratore mordi e fuggi, pronto a lavorare sodo nel periodo estivo rinunciando a qualsiasi tutela.



Come Giovani Democratici di Rimini e come Giovani Democratici dell'Emilia-Romagna chiediamo quindi che queste norme siano modificate perché così come sono presenti nella riforma sono sbagliate e dannose per i tanti giovani che non trovano lavoro e che quando lo trovano oltre ad essere spesso poco gratificante risulta essere anche, come in questo caso, non conveniente. Chiediamo quindi attenzione e rispetto per una categoria di ragazze e ragazzi che non meritano da questo governo simile trattamento e auspichiamo che nel corso dell'iter parlamentare si possano apportare le modifiche necessarie.



Giovanni Carghini, Segretario Giovani Democratici  Rimini
Vinicio Zanetti, Segretario Giovani Democratici Emilia-Romagna


» Scrivi un commento * campi obbligatori

Nome *
Email
Titolo *
Messaggio *
Codice * Scrivi il codice visualizzato sulla sinistra
Privacy *


cerca

segretario paolo giovani democratici giovani gd welfare regolamento paolo cammi roma lavoro come ricci scuola gd indietro lavoro andrea baldini carovana governo pd giovani democratici libera irian statuto maura movimento 8 segretario regionale matteo matteo panari giovani democratici rom movimento 5 stelle


Iscriviti alla GDNewsletter
iscrivimi
Copyright © Giovani Democratici dell’Emilia-Romagna, Via Rivani 35 - 40138 Bologna - Powered by Antherica Srl - Privacy
Il sito web di Giovani Democratici dell’Emilia-Romagna non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto