home materiali chi siamo agenda le idee foto e video archivio territori link
Archivio

Bene Bersani. Ora il patto con le nuove generazioni.
10 settembre 12 - 12 settembre 12 | Dichiarazioni

Vinicio Zanetti: Bene Bersani ieri a Reggio, ora liberalizzare il PD e fare il patto con le nuove generazioni. Per un rinnovamento nel partito e nel Paese che si basi sulle idee e non solo sui nomi e sulle facce.
Dichiarazione del Segratario GD Emilia Romagna dopo il discorso di Bersani per la chiusura della Festa Nazionale a Reggio Emilia.

 

Giovani Democratici Emilia Romagna: Bene Bersani ieri a Reggio, ora liberalizzare il PD e fare il patto con le nuove generazioni. Per un rinnovamento nel partito e nel Paese che si basi sulle idee e non solo sui nomi e sulle facce.

“Ieri Bersani ha fatto un intervento da candidato premier e da uomo di Stato pronto a governare questo Paese”. Sono queste le parole di Vinicio Zanetti, Segretario Regionale dei GD Emilia Romagna all'indomani del comizio di chiusura alla festa nazionale a Reggio Emilia. “Oggi Bersani può veramente dare un futuro migliore a questo Paese e alle sue giovani generazioni. Dalla crisi economica non si esce solo con il culto dell’austerità fine a se stessa ma tramite un nuovo sviluppo economico, una crescita basata sul lavoro, sui diritti esulla giustizia sociale. E lo si fa parlando anche di una nuova Europa, più forte, più coesa dove nessuno deve essere lasciato indietro. Abbiamo rivisto in lui lo spirito delle liberalizzazioni, del Bersani combattivo contro le corporazioni e i poteri forti pronto a battersi per ridare una nuova speranza ai giovani di questo Paese”, dice Zanetti. “Un Bersani che parla da leader credibile e autorevole che ha saputo riaccendere la passione vera per la politica e per il Partito Democratico in nome di un cambiamento vero e autentico per il mondo e per l’Italia e che guarda con speranza e ottimismo al futuro, contaminato dalla vittoria di Hollande in Francia e dall’America di Obama”. Bersani, continua Zanetti,“deve liberalizzare il PD, liberarsi di quei lacci e lacciuoli che lo imprigionano, di chi lo tira per la giacchetta per avere l'ennesimo posto al sole. Se esiste un patto nel PD oggi Bersani può e  deve romperlo. L'unico patto oggi che Bersani deve fare è con le nuove generazioni”, incalza Zanetti.“Un patto con chi oggi non studia e non lavora, un patto con chi oggi un lavoro non ce l'ha e se lo trova è mal pagato e poco gratificante, un patto con chi ha contratti precari e non vede un futuro davanti a sè, un patto con chi continua a fare stage e tirocini a zero euro. Un patto coi tanti ragazzi immigrati nati in Italia che oggi non hanno cittadinanza, un patto con le giovani coppie eterosessuali e omosessuali che vogliono avere una famiglia con diritti e doveri, un patto con le donne che chiedono diritti, dignità e libertà.Tutti punti inseriti nella carta d’intenti del Partito Democratico.Con queste persone Bersani deve siglare un patto. Un patto vero, un patto nel quale Bersani tirerà fuori queste persone dalla precarietà, dall’indifferenza, dallo sfruttamento. Bersani il patto lo deve siglare con queste persone, con chi non ha diritti e dignità, con chi non speranza per il futuro, un patto con una generazione che gli darà il suo sostegno incondizionato  in cambio della promessa di riappropriarsi del proprio futuro e di poter vivere in una Italia e un mondo migliori”. Oggi, conclude Zanetti, “questo Paese e non solo la politica hanno bisogno di un fortissimo rinnovamento. Un rinnovamento però che si basi sulle idee nuove con persone nuove non su idee vecchi con presunti giovani. Io personalmente credo che chi dice che la riforma delle pensioni della Fornero sia stata un grande riforma o che il metodo Marchionne è il punto riferimento al quale guardare dica cose vecchie e assolutamente sbagliate. Bisogno basarsi sulle proposte e non sui nomi o sulle facce di chi propone queste sciocchezze giovane o vecchio che sia dal punto di vista anagrafico. Penso tuttavia che aiuterebbe Bersani che alcuni dirigenti che da tanto tempo siedono in parlamento e che hanno dato un preziosissimo contributo a questo partito e al  nostro Paese oggi possano fare un passo indietro dando il loro contributo anche fuori da esso. Sarebbe un bel gesto e un segnale positivo per tutti. Oggi c’è la necessità che se vogliamo essere veramente credibili agli occhi delle persone dobbiamo mettere in campo una classe dirigente e una rappresentanza parlamentare che parta dai territori, che parli e rappresenti le loro istanze, che premi il merito, le capacità e le energie fresche e nuove di questo partito. Bersani e solo Bersani oggi ha la forza di fare questo”, conclude Zanetti.

 


TAGS:
bersani |  vinicio zanetti |  rinnovamento |   | 

» Scrivi un commento * campi obbligatori

Nome *
Email
Titolo *
Messaggio *
Codice * Scrivi il codice visualizzato sulla sinistra
Privacy *


cerca

regolamento giovani democratici indietro giovani come giovani ricci carovana movimento statuto rom movimento 5 stelle lavoro welfare lavoro maura roma gd paolo governo 8 segretario gd matteo matteo panari irian andrea baldini segretario regionale pd libera democratici scuola giovani democratici paolo cammi


Iscriviti alla GDNewsletter
iscrivimi
Copyright © Giovani Democratici dell’Emilia-Romagna, Via Rivani 35 - 40138 Bologna - Powered by Antherica Srl - Privacy
Il sito web di Giovani Democratici dell’Emilia-Romagna non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto