home materiali chi siamo agenda le idee foto e video archivio territori link
Archivio

L'Emilia-Romagna approva la legge che riforma i tirocini in Regione
17 luglio 13 | Dichiarazioni

E' stata approvata ieri dall'Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna la proposta di legge sui tirocini, che si applicherà a partire dal prossimo 16 settembre, e che coinvolgerà giovani che hanno terminato il loro percorso scolastico di istruzione, disoccupati o inoccupati che cercano il reinserimento nel mondo del lavoro, e persone con disabilità. Il primo passo che stavamo aspettando.

 

E’ stata approvata ieri dall’Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna la proposta di legge sui tirocini, che si applicherà a partire dal prossimo 16 settembre, e che coinvolgerà giovani che hanno terminato il loro percorso scolastico di istruzione, disoccupati o inoccupati che cercano il reinserimento nel mondo del lavoro, e persone con disabilità.

Riteniamo sia una decisione importante, di civilità, per quelle migliaia di ragazzi troppo spesso costretti a svolgere tirocini a zero euro e fuori dalle regole.  Con questa legge si regola uno strumento importante, sia per le aziende che per i giovani, per l’ingresso nel mercato del lavoro, prevedendo una indennità minima di 450 €, una durata massima, un percorso di formazione individuale, una maggiore vigilanza sull’utilizzo.

La transizione dal mondo dell’istruzione al mondo del lavoro rappresenta, infatti, un momento delicato e, in Italia, ancora troppo lungo e difficile. Occorre quindi trovare forme di ingresso nel mercato del lavoro che siano incentrate sulla qualificazione e sulla formazione dei giovani.  In questo senso, lo strumento del tirocinio può essere utile se, come delineato da questa legge, si inserisce in un contesto di formazione, deve essere limitato nel tempo e definito da regole chiare, serie che devono essere rispettate.

E’ chiaro che questo, pur essendo un passo importante, da solo non risolve il problema dell’occupazione giovanile. Il lavoro, purtroppo, non si fa per legge o per decreto.

La lotta al precariato, alla disoccupazione, per un lavoro più dignitoso sono da sempre battaglie che hanno visto noi Giovani Democratici in prima fila in questi anni, in particolare con la campagna "Rise up" che ha unito nella battaglia molte organizzazioni giovanili di tutta Europa. Quella dei tirocini è certamente una di quelle vinte,  ma bisogna continuare su questa strada, pensando all’introduzione del reddito minimo garantito e alla riduzione del costo del lavoro per i contratti a tempo indeterminato.

 

Giovani Democratici Emilia Romagna


TAGS:
regione emilia-romagna |  occupazione giovanile |  tirocinio non pagato |  legge sui tirocini |  tirocinio | 

» Scrivi un commento * campi obbligatori

Nome *
Email
Titolo *
Messaggio *
Codice * Scrivi il codice visualizzato sulla sinistra
Privacy *


cerca

segretario paolo andrea baldini rom matteo giovani democratici gd giovani democratici come regolamento segretario regionale lavoro lavoro matteo panari scuola irian roma welfare gd maura movimento giovani ricci statuto libera carovana paolo cammi giovani pd indietro democratici movimento 5 stelle governo 8


Iscriviti alla GDNewsletter
iscrivimi
Copyright © Giovani Democratici dell’Emilia-Romagna, Via Rivani 35 - 40138 Bologna - Powered by Antherica Srl - Privacy
Il sito web di Giovani Democratici dell’Emilia-Romagna non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto