home materiali chi siamo agenda le idee foto e video archivio territori link
Archivio

Applausi ai condannati per la morte di Aldrovandi: chi porta la divisa non è sopra la legge.
6 maggio 14 | Dichiarazioni

Parla il responsabile GDER alla giustizia, Enrico Falla: "Gli applausi tributati ieri al congresso del Sap ai poliziotti condannati per la morte di Fedrico Aldrovandi da parte dei loro colleghi sono gravissimi e vergognosi. Portare una divisa vuole dire servire lo Stato e garantire la sicurezza di tutti i cittadini, applaudire degli assassini invece vuole dire che le regole democratiche non contano più e non si rispetta lo Stato e la Costituzione."

 
Gli applausi tributati ieri al congresso del Sap ai poliziotti condannati per la morte di Fedrico Aldrovandi da parte dei loro colleghi sono gravissimi e vergognosi. 

Come giovani Democratici dell'Emilia-Romagna condanniamo fortemente quanto accaduto ed esprimiamo la nostra solidarietà alla mamma Patrizia e a tutta la famiglia di Federico ancora una volta umiliati e feriti. 

Portare una divisa vuole dire servire lo Stato e garantire la sicurezza di tutti i cittadini, applaudire degli assassini invece vuole dire che le regole democratiche non contano più e non si rispetta lo Stato e la Costituzione.

Quell'applauso non solo umilia il nostro Paese e la famiglia di Federico ma anche i tanti che con la divisa servono il nostro Paese con dedizione e professionalità.

Una sentenza passata in giudicato ha detto che Federico è stato ammazzato di botte senza un motivo e troviamo già scandaloso come questi personaggi possano ancora portare la divisa dopo averla macchiata. Per questo come Giovani Democratici chiediamo che questi agenti siano radiati dalla polizia; non posso rappresentare il popolo italiano e garantirne la sua sicurezza.
 
Molto bene ha fatto il Premier Matteo Renzi a chiamare la mamma Patrizia per esprimerle la vicinanza del governo.

Da anni ci battiamo perchè vicende come queste non accadano mai più, abbiamo organizzato iniziative, raccolte firme e la nostra battaglia continua anche in Parlamento per l'introduzione del reato di tortura e dei codici alfanumerici sulle divise sulle divise. 

Vinicio Zanetti
Giuditta Pini
Enrico Falla


» Scrivi un commento * campi obbligatori

Nome *
Email
Titolo *
Messaggio *
Codice * Scrivi il codice visualizzato sulla sinistra
Privacy *


cerca

segretario welfare paolo ricci rom movimento movimento 5 stelle democratici libera giovani democratici lavoro governo roma andrea baldini regolamento segretario regionale paolo cammi gd maura giovani come indietro carovana matteo panari irian scuola 8 giovani statuto lavoro matteo gd giovani democratici pd


Iscriviti alla GDNewsletter
iscrivimi
Copyright © Giovani Democratici dell’Emilia-Romagna, Via Rivani 35 - 40138 Bologna - Powered by Antherica Srl - Privacy
Il sito web di Giovani Democratici dell’Emilia-Romagna non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto